martedì 6 marzo 2007

LA COLLEGA SBIRULippa

questo post è un po' fuori tema ma non si può soprassedere sulle avventure della collega sbirulippa che è, più che altro una tipologia di collega. Questa rubrica, che diventerà un appuntamento fisso del blog, è aperta alle avventure di tutti i colleghi/amici sbirulippi, perchè tutti almeno una volta nella vita hanno conosciuto uno sbirulippo.

Sbirulippa è un personaggio interessante, sempre (a sua insaputa) aggiornato sulle ultime grovierate sul mercato... è un po' fuori luogo e un po' fuori tempo, ma c'è sempre e comunque e anche troppo e soprattutto non si sa perchè ci sia sempre e comunque, ma c'è.

Un giorno incontro Sbirulippa sul bus e si narra dei lavori svolti nel passato, lei aveva lavorato con degli stranieri. Allora io incuriosita le chiedo: "Ma allora sbirulippa" di solito in pubblico non la chiamo proprio così, anzi non solo in pubblico, cioè lei non lo sa che la chiamo così...bene insomma torniamo a noi "Ma allora sbirulippa lo parli bene l'inglese!"
LEI : "beh... modestamente... certo certo. Prima addirittura lo scrivevo come l'italiano..."
IO : "accidenti... e cosa hai fatto un corso?"
LEI "no no. l'ho studiato..."
IO interrompendola: "all'estero? erasmus? "
LEI : "no no... a scuola"
IO : "liceo linguistico?"
LEI : "no no... l'ho studiato a scuola... in quarta e quinta elementare"
IO : .....
IO: .....


@o@

26 commenti:

ugo ha detto...

Non posso non postare a questo proposito la famosa frase del young presidente che chiamero'"Apollonio" di una famosa ditta, che tu conosci bene, e che alla pausa pranzo aziendale coi dipendenti, per mostrare la sua disinvolta e benevolente promiscuita' democratica, esordi' con voce un po'piu' stentorea del solito : "io ho una villa...." (pausa calcolata di 1 minuto, attesa spasmodica di stupore ammirato da parte del volgo, nessun effetto).... "eee io ho una villa..." tutti si girano verso di lui "....davanti alla finestra di casa, da dove vedo tutti i giorni un fagiano"
Sti cazzi.

kromakee ha detto...

ah ahah
e come dimenticare allora, in pausa pranzo, l'intevento proverbiale di GERONZIO che, come commento all'ennesimo fatto di cronaca uguale a tutti gli altri letti durante la settimana non ha esitato a dire "certo che sono strani gli uomini, fanno un certo tipo di crimini tutti insieme". Spiegando con queste parole la famosa teoria del MORBO che contagia gli uomini facendo loro commettere gli stessi crimini nello stesso momento...

zZ ha detto...

..io penso a quando sbirulippa scoprira' che hai un blog..

:D

mi raccomando: fatevi filmare!
Io adoro i catfight :|

ha detto...

...sbirulippia....sbirulippia...ah bhe, qui ce ne sono a pacchi!...Ma qualche tempo fa fu fenomenale...Ogni mattina colei di cui non farò il nome, ma sottolineo che cambia colore dei capelli almeno 3 volte a settimana...le cadranno tutti assieme...bhe dicevo, ogni mattina ella giunge con la sua allegra macchina nera a forma di zuccheriera dalla zona aretina (vaghezza discreta). Un dì, eravamo a pranzo e parlando del costo della benzina e di quello del pedaggio autostradale, valutava l'ipotesi di venire al lavoro in treno, scendere alla stazione e prendere l'autobus.Attenzione, scatta la domanda: "ma tutti gli autobus che partono dalla stazione passano per la nostra strada?" (sede lavorativa)". Basita ed incredula smetto di ruminare il mio pasto, la guardo...ma non ce la faccio...abbasso la testa e non posso che constatare che il pomodoro nel mio piatto dev'essere per forza un'intelligenza suprema!

zZ ha detto...

non so il perche di questa sensazione che mi sta prendendo..

..ma ho come l'impressione che nel posto dove lavoro, lo sbirulippo sono io :|

zZ ha detto...

...l'altro lato della barricata.

ugo ha detto...

Apollonio (seconda puntata), Il giovane e premiato imprenditore non solo è molto bello di profilo quando cammina in maniera premeditata e gli sguardi si posano sul bordo con cucitura doppia del jeans di rinomato prestigio dal prezzo esorbitante che lo riveste di sintomatico charme, ma è anche un astuto stratega:
L'indomani c'è il primo incontro con un noto regista incisivo ed ironico che trasmette su una rete nazionale considerata dall'ex leader un covo di comunisti, quale sara' la tattica piu astuta per accativarsi le simpatie del regista e quindi la commissione??
Ci vuole una mente superiore.
Ecco la mattina arrivare Appollonio all'appuntamento:
Testa rasata e occhiali rayban neri, maglietta (non è possibile non ci voglio credere) rossa fiammante mai messa prima con stampa in nero gigante del leader maximo Che Guevara con pailletes tipo Prada tutt'intorno.
E' fatta! il contatto è stabilito!
Eeevvvaai

ugo ha detto...

Mi dispiace sono logorroico ma l'argomento è vasto.
Segretaria tuttofare ma sopratutto bionda e da lontano somigliante a una parente lontana di una velina imprecisata ed ammiccante, seduta tutto il giorno sulla sua sedia ad aspettare l'orario della fuga, fantasticando sulla bellezza delle vecchie Barbie coi loro pizzi e cavalli di plastica e sull'ultima collezione della casa di moda che chiameremo Fornacina, lei la chiamiamo pure Rimbambella.(copyright Kromakee 2002)
Una mattina c'è guazzabuglio intorno alla sua scrivania si sente un vociare stridulo sia da parte dei colleghi maschi che gli si fanno intorno che le colleghe meno bionde, allo strepitio di superacuti mi sottraggo con fuga.
Dopo ore di passaggi annoiati tra il bagno e il cortile noto finalmente una specie di catalogo lasciato con noncuranza sulla scrivania-reception, mi avvicino attratto dalla astuta trappola, e noto una specie di calendario nero patinato e.. orrore!!, un servizio fotografico di provincia con dei figuri lucidati e occhieggianti quasi tutti biondi con meches e pettorali rasati e collarini d'oro al collo con perline e mutande in raso nero con forti controluce abbaglianti....
Io: "cos'è? un catalogo gay?"
lei " no per niente, sono dei modelli, e il secondo è il mio fidanzato"

nabuchadnezzar ha detto...

Ognuno ha le sue croci...la mia si chiama "Piede Porcino".
Ella ricopre il ruolo di art director nello studio dove lavoro
e oltre ad esprimere la sua immensa creatività (cosa che ama sottolineare in ogni occasione)vigila costantemente sull'operato di noi poveri grafici pezzenti.
Durante una lite furibonda con un mio collega, tanto per ribadire che a lei non sfugge niente....ma proprio niente, gli ha sbattuto in faccia tutta la sua saggezza dicendo "...ma cosa credi, tanto lo so che mentre lavori scarichi la musica con FLASH!!!"
Quale onore lavorare per una tale mente eccelsa!

um ha detto...

Sempre a proposito di padronanza delle lingue coi master di specializzazione delle elementari proprio ora uana giornalista di canale cinque traduce dal francese
"on va le batir ensemble" (lo inaugureremo insieme) nel piu spettacolare , "e ci batteremo insieme".

nabuchadnezzar ha detto...

PIEDE PORCINO E LA VENDETTA DEI GRAFICI PEZZENTI!
Premetto che stavamo lavorando su un brand per teenager modaiole (che qua chiamerò CROSTA)...diciamo...per una campagna pubblicitaria cartacea (e qua scatta subito una pernacchia).
La grande art director aveva appena partorito una brillante soluzione con una esilarante bambina-ragazzina in stile manga quando il terribile Nazgul, una delle mie cape, commenta l'immagine dicendo "...così non ci siamo proprio figlie, deve essere un pò più UN, DUE, TRE STELLA!!!".
Passano alcuni momenti di panico nei quali ognuno di noi cerca di dare un senso logico alla frase "UN, DUE, TRE, STELLA".
La soluzione come sempre proviene dall'infallibile Piede Porcino che dice "farò indossare alla bambina-ragazzina dei jeans veri per dare veridicità all'immagine...qua ci sono i campioni che ci hanno inviato dalla CROSTA...chi mi può fare da modella?"
Segue un silenzio generale anche perchè i suddetti jeans erano tutti taglia 20.
L'unico che si poteva cimentare nell'ardua impresa era un mio collega la cui unica colpa risiedeva nel fatto di pesare meno di 50 chili e di avere un vitino talmente sottile da far invidia alla più magra fotomdella.
Il malcapitato indossa i jeans, gli viene scattata la foto e dopo Piede Porcino si cimenta nel fotoritocco.
Dopo tre giorni di duro lavoro(perchè lei è anche una perfezionista), richiama a se tutti i grafici pezzenti per far vedere la sua fantastica opera d'arte.
SILENZIO.
Ognuno di noi cerca le parole appropriate per non urtare la sua sensibilità di artista fino a quando la mia natura da scaricatrice di porto ha il sopravvento e le dico..."...forse dovresti dare una fluidificatina in mezzo alle gambe,capisco i punti di vista però una bambina non dovrebbe avere il pacco!!!!"

kromakee ha detto...

ah aah ah sto morendoooo. Bisogna sapere che l'amica sbirulippa ha un'età adulta avanzata, e da ben 2 lustri è fidanzata con IGNAZIONE fidanzato imprenditore, nonostante ciò entrambi vivono con i propri genitori(e ci chiediamo ancora perchè)... Successe che il tanto atteso appuntamento di san valentino per gli innamorati venne accolto con studiata e ostentata noncuranza dalla nostra beninamina sbiruLIPPA che, con fare da darkettona da quattromilalire (perchè lei è convinta di essere un tipa tosta solo perchè si veste di nero e si tinge i capelli di rosso) afferma : "no no a me tanto san valentino non interessa... è solo una festa consumistica".
Durante la serata si consuma l'orrore. ebbene il giorno dopo sbirulippa viene con un aneddoto speciale per noi, a pranzo ci racconta che non perchè fosse san valentino, ma giusto così come pensiero... e ripeto non perchè si trattasse di san valentino perchè a lei san valentino non interessa.... era passata a comprare un regalo ad Ignazione...dove vai a prendere un regalo per il tuo fidanzato quarantenne NON PER SAN VALENTINO? beh certo, in cartoleria... dove il 14 febbraio i cuori gonfiabili giganti ti inglobano all'ingresso come un blob mortale. Gli ha comprato due teneri pupazzetti ad animaletto (diciamo due rinoceronti) che quando li avvicini si danno dei bacetti sonori SMUCK SMCIUCCK BCIUKK... ma non perchè fosse san valentino perchè "no no a me tanto san valentino non interessa... è solo una festa consumistica".

nabuchadnezzar ha detto...

Quelle che sto per postare sono due mail che le mie cape (Nazgul e Clean) hanno inviato a tutti i loro dipendenti...o quasi.
E' bene precisare che le tipe in questione non appartengono alla categorie delle SBIRULIPPE ma solo a quella delle PELLAIE!!!

MAil 1:

CIVILE BUON VIVERE

Segnalo le due regole seguenti:

1. boccione Culligan: l'ultima persona che utilizza l'acqua è chiamata a sostituire il boccione. Attualmente solo PIPPA se ne occupa, da ora in avanti sarà l'unica dispensata. Se questo non avviene il dispensatore dell'acqua verrà spostato nell'ufficio della Direzione.

2. carta igienica e carta mani: l'ultima persona che li finisce è chiamata a sostituire il rotolo/pacco. Sono vietati lo spreco e l'uso smodato della carta, entrambe spariscono ad una velocità incompatibile con il numero di utilizzatori. Se questo non avviene ogni persona sarà provvista del rotolo personale che verrà tenuto sulla propria scrivania.

Saluti
Clean

Mail 2:
Chiedo nuovamente la vostra attenzione sulle seguenti regole dell'ufficio.

Si prega di utilizzare il telefono aziendale per chiamate verso cellulari e verso numeri internazionali solo in casi di assoluta necessità. Per le normali comunicazioni va benissimo l'uso dell'e-mail.

Non è permesso l'uso del telefono cellulare personale nell'orario di lavoro, salvo casi di urgenza e comunque alzandosi dalla propria postazione di lavoro. Il telefono va tenuto in borsa e non sulla scrivania o nei cassetti della stessa.

La mattina si chiede di arrivare entro le ore 9 e non più tardi. All'ufficio prodotto è richiesto di arrivare alle ore 8.30, alternandosi fra tutte le persone presenti.

Ci raccomandiamo l'ordine nelle stanze, cercare per quanto possibile di mantenerle in uno stato decoroso. La sera prima di andare via lasciare la propria scrivania in ordine, anche per facilitarne la pulizia.

Si ricorda infine di fare un uso appropriato della carta igienica e della carta per le mani, il cui consumo continua ad essere eccessivo.

Grazie
Clean

um ha detto...

E vero, da un recente studio è apparso che la scomparsa di decine di aziende start-up nate nel 2000, non è dovuto al crollo delle due torri,faceva figo dire cosi', come se si avesse una qualche relazione con l'economia mondiale (quando invece i nomi dei clienti si attestavano sul range di "Fratelli Bortolazzi Autospurghi") ma invece, all'uso smodato della carta igienica da parte del personale.

um ha detto...

Un altra bella scenetta dalla pausa pranzo. Io, un'altra dipendente biondo sporco, e la socia capa Federmarescialla che chiameremo Daria Bagnardi , al ristorante chic di una nota cittadina dove il piu povero aveva la porsche con targa agricola parcheggiata davanti al locale. Durante il pranzo si chiacchera e a un certo punto il discorso prende una piega inquietante da film dell'orrore,
Daria Bagnardi : ".... e io devo tutto a quel prete che è stato il mio padre spirituale, anche perchè quando avevo quindici anni..(primo singhiozzo) avevo delle crisi mistiche e piangevo, piangevo...."
scoppia a piangere dal nulla inondando il risotto e guardandoci sottecchi per vedere quanto si era commossi dalla rivelazione, io guardo la mia collega in preda al panico per capire dove è situata l'uscita di sicurezza , ma anche lei mi guarda nello stesso modo.

zZ ha detto...

...e all'abuso di telefonate internazionali inoltrate attraverso i telefoni aziendali. Non dimentichiamocene :D

comunque non lamentatevi. Qui da me sono cosi' braccini che non abbiamo neanche un serbatoio per l'acqua dei bagni.
E cosi finisce che durante tutta la giornata, l'acqua c'e' soltanto la mattina presto e la sera tardi (quando la pressione dell'acquedotto comunale riesce a farla arrivare fino al terzo piano).

E tutto il resto e' noia. E carta igienica che si accumula nei water, insieme ad altra roba ovviamente, conferendo ai bagni quel caratteristico charme delle latrine di Calcutta :}

um ha detto...

Ma infatti, sono problemi sottovalutati da tutti, a questo proposito, qualche tempo fa dopo l'ennesima lamentela riguardo allo spreco ingiustificato di carta igienica che stava per ribaltare le sorti di una cosi promettente realta' del panorama industriale italiano, mi ero adoperato con spirito ecologista e moderno slancio a sostituire la famigerata carta morbidissima con numerosi lembi ritagliati a rettangolo ricavati dal "Resto del Carlino" proprio in occasione della visita Milanese di potenziali clienti incravattati.
Il risultato è stato pessimo con Daria Bagnardi che chiedeva a tutti di nascosto chi avesse messo il giornale nei cessi bocciando cosi' tutto il mio entusiasmo per le soluzioni innovative.

zZ ha detto...

volevo augurare felice 8 marzo a tutte le lettrici di questo blog :)

..e anche agli architetti, se ve ne sono :|

nabuchadnezzar ha detto...

Anche se in ritardo ringrazio ZZ per gli auguri di ieri.

um ha detto...

grazie degli auguri per la festa della donna, anche se non sono architetto ma bensi un non so che.

zZ ha detto...

volevate aneddoti ? :(

Beh, temo di averne uno :(
Ho sempre stimato i miei colleghi. E peraltro sono convinto di essere io lo sbirulippo del gruppo, ma cio che e' appena succiesso ve lo devo proprio raccontare.

Il mio collega A ha sempre avuto una passione sfegatata per la musica disco e la musica leggiera italiana degli anni 80. Ma ultimamente stava un po esagerando, perche ascoltava in continuazione delle canzoni dei bi-haiv. Ve li ricordate i bi-haiv? Il gruppetto scalcinato che c'era in kiss me licia, il cartone animato e poi anche il telefilms?
Ecco, proprio loro. E ci sono un sacoc di canzoni. Almeno 7-8 canzoni.

Insomma, stamattina, dopo aver ascoltato sta robaccia per tutta la mattina gli facio "caro collega A, ma com'e' che ora t'e' presa sta mania?"
Ed egli tutto tronfio mi risponde "Ma scherzi? Questi sono considerati i precursori del movimento emo in Italia!".

Mio dio!
C'e' un emo kid che lavora alla scrivania di fronte alla mia.
Oddio!
Ho paura. Cosa bisogna fare in questi casi?
C'e' un numero verde a cui telefonare? Qualcosa tipo il telefono amico oppure l'anvi oppure so io cosa...

Aiuto!

um ha detto...

Cos'è un emo kid?
un seguace di un dio pupazzetto che parla solo con gli adepti?
Non l'ho mai sentito, potrei anch'io diventarlo?

zZ ha detto...

prova a googlarlo.
troverai milioni di pagine che ne parlano.
anche "google immagini" ha molto da dire a riguardo. E tutto d'un tratto capirai che in realta' non si tratta affatto di una novita. :|

kromakee ha detto...

cito testualmente dai precursori del movimento EMO
"Sorrido al mondo e sai perché
Perché io sto pensando a te, a te
A te che sai sempre donarmi un sorriso
Oh happy, happiness."

senza parole

nabuchadnezzar ha detto...

Nel grande cielo bluuuuu....baby I love you, vorrei vederti ma tuuuu....free way, free way, inieme io e teeeee!!!!
Satomi era proprio un bel giovane!!!
Forse anche l'incantevole Creamy ha dato il via ad un movimento musicale...ZZ prova a chiedere al tuo collega...pampulupimpuluparimpampù!!!

zZ ha detto...

oh ma qui cosa si fa?
Si sbaracca e si chiude?

E' dalla settimana scorsa che non ci sono nuovi post. I vostri cervelli a groviera hanno esaurito le idee? :D